nella stretta (Appunti, 28 luglio 2017)

[…] secolare

sta. È il rapace. Agguantato dall’addome, combattuto

nell’addome. scava nell’addome le radici, libera

gli organi di ventre, gli organi invecchiati, libra,

ripianta l’anfibio presentimento della

coda dei pesci sospesa nella bocca ad

ancora dei bambini dal canto muto a

labbra strette, nella stretta

insondabile delle mani, nelle mani

rapaci, agguantate nell’addome, pacificate nella

muta degli organi scavati dalle acque, alla

stretta delle cellule, nella stretta

insondabile […]

Annunci

9 thoughts on “nella stretta (Appunti, 28 luglio 2017)

  1. Bella , molto bella… quel gioco tra libra e libera… come un volo d’organi che s’espandano in respiro…ampio un alibertà da ogni peso… un mantice che riprende e a contrarsi e a rilassarsi al ritmo giusto…

    Liked by 1 persona

  2. “scava nell’addome le radici, libera
    gli organi di ventre, gli organi invecchiati, libra,
    ripianta l’anfibio… ” ❤

    Liberare e librare… oltre… si espande genera…

    Grande Dora cara
    :*
    gelsucciabanca

    Liked by 1 persona

    1. “ripianta l’anfibio presentimento della
      coda dei pesci sospesa nella bocca ad
      ancora dei bambini dal canto muto a
      labbra strette,” ❤

      Ma come fai a scrivere così?
      Io ti leggo e rileggo e…
      :*
      gelsucciabianca

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...