gli abitanti non suoi

[    ] è battuto dal mare. Ma non è solo

un mare fuori. Nulla di simbolico. Né

d’interiore. A parte le viscere

senza auguri e la linfa patrimoniale.

Non tutto s’eredita per affinità di

sangue. Non tutto si trasmette. L’occhio ha

il vizio di penetrare e non contenere. La

memoria è un arretrato che qualcuno verrà a

riscuotere. Potrebbe. Con forza. Conclusi i giorni

del conforto; poco rassicurante. Perché di natura

(ammessa pure la natura) non va così. Sedersi

accanto non basta se ti pesa il cuneo dei gomiti

sulle ginocchia. […] Fu la Pietà

quel giorno di luglio, così luminosa, e non era

una madre. Sorella maggiore, ‘devo venire

prima che si attardi la mia giovane età’.

Mai raccontai questa visione non allegorica a

mia madre. [    ] Settembre fu breve. Agosto:

non lo ricordo. Il festivo faceva i turni di notte

 

nella casa che accoglie gli abitanti non suoi.

 

È battuta dal mare [tu, poesia]; ma non è solo

un mare fuori. [    ]

Annunci