parlami d’amore

“[…] qualcuna ti piace?”. Mi hai guardata. Dico:

“da cosa nasce cosa”. Mi guardi in arabo. Ho parlato italiano

un po’ troppo italiano, che a te sembra arabo, come si dice da noi, ma

non il tuo arabo. Ti guardo e ridico “da cosa nasce cosa”

un po’ meno italiano, poi in italiano ti spiego: quell’italiano

ormai tra noi, nato da cosa che nasce cosa. Dal mio brutto inglese

d’un tempo, dal tuo brutto italiano dello stesso tempo, da certi gesti

e segni tra noi.

Quindi replay:

“qualcuna ti piace.” Mi guardi. Capisco. Il colore dei capelli

rosso, i capelli rossi, la ragazza rossa, a un fondale da noi.

“Da cosa nasce cosa”. E la ragazza rossa, a un fondale da noi.

“È la prima che mi ha aiutato”. Ma è proprio lei, la ragazza rossa e

da cosa nasce cosa […] chi può dirlo…

Annunci

16 thoughts on “parlami d’amore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...