Quelli

[…] dove accade sembra distante.

come accade non lo è. […] I fiori rossi

hanno la perdita di canale delle vene,

l’argine espulso di frequenze di genti

[…] lo sconcerto ha un suo suono. Noto.

Non sa di musica. Di frastuono il silenzio.

Breve. Il frastuono. Di frastuono il silenzio

sconcertato anche lui in batterie di cuori

esplosi, esplodenti.

Quelli vivi; quelli morti.

 

[    ]

 

[…] dove accade sempre distante.

[…] La perdita di confine delle vene.

[…] Quelli vivi; quelli […]

 

[    ]

 

non sono papaveri.

 

Annunci

24 thoughts on “Quelli

  1. Credo di capire. La vita di tantissime giovani finita per il gesto di un folle e non ne riesco neppure a parlarne. Un dolore fitto che mi annichilisce. La tua poesia mi porta a immergermi in una fonte di purezza seppur con il mio dolore.

    Liked by 1 persona

    1. già… e a noi, spesso, tante persone, tanti giovani anche, che perdono la vita per mano stessa dell’uomo, sembrano proprio “quelli”: così distanti, visibili perché distanti, ma non lo sono, e siamo responsabili, tutti, anche in piccolo, ma è un discorso complesso…
      rabbia tanta. E sempre.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...