chiama (appunti, 23/4/2017)

I risvegli precoci, in tutti i punti, del

non dormire e basta; il senza lavoro

delle domeniche uguali; la guerra in testa

pettinata con cura; la croce che fa il sole

tra le dorsali dei palazzi irretiti dal mare,

dal mare rilasciati alla libertà del tempo

di corrodere, con le squame saline a neve,

uno sfogo di bottiglia lanciata a salve […]

i canti spioventi a dirotto di doccia;

la campana del sesso, santa. Maria sulle mezze

punte – come si chiama si chiama – chiama: “quanti

uccelli […]”, a valle di sguardi, i canti oltre, nelle

prime parabole d’ascolto […]

 

 

Annunci

6 thoughts on “chiama (appunti, 23/4/2017)

  1. Mille pensieri, mille rivoli, una giornate come tante ma sentita nel suo farsi nel suo essere qui adesso. La notte non dormo bene e di giorno cammino riposando, lascio che il corpo vada da solo fino a destinazione mentre gli occhi guardano lontano il vento, il paesaggio, il sole. Ho sentito come un fremito nel leggere i tuoi versi, mi sono ritrovato immerso nel mondo. Peccato solo non avere il mare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...