è calda

[Sembra un caso: ]

afferro le sbarre

dietro la testa.

Le spalle facevano un adagio sul cemento [muretto] cocente.

Mentre afferro le sbarre. Dietro la testa. [altezza di spalle, sedute.]

Tu [un ‘tu’ generico, precisamente generico], tu pensi che

ti parli adesso di prigionia e di libertà. [Non parlo adesso di prigionia e di

libertà] Certi sguardi spiazzati, piazzati

fuori luogo, si riconciliano, di prigionia e di libertà:

si diventa uccellini o un insetto

che fanno il dentro e il fuori, con un verso spesso muto.

Afferro le sbarre

dietro la testa. Anche la ruggine si bea e beve il sole. Ed è sempre questo

il luogo: che metto scritto

tutto il sole, come condanna a vivere:

quale bellezza un cappio chiaro al collo, un nastro dorato, quale

preziosa, intangibile, consistenza. Mi tocco il volto,

l’altra guancia. È calda.

Annunci

24 thoughts on “è calda

  1. Dio mio! Posso chiamarla “Poesia di postura”? è di più naturalmente ma l’impatto visivo del corpo che gioca con la ringhiera di un qualcosa e s’espone all’intreccio della luce e agli sguardi piazzati/spiazzati è potente e si staglia fino a far giungere il calore…In una parola il dentro/fuori che richiami fa emergere il canto di un’anima che sa approfittare delle posizioni che il suo corpo assume…bellissima.

    Mi piace

    1. seduta nel sole. il mare avanti. il mio luogo di pace. la ringhera dietro la testa e le spalle. alzando braccia e mani ad angolo di gomito (più o meno) l’ho trovata lì.
      non so se sia postura
      l’impatto visivo non posso saperlo essendoci nessuno in quel momento a passare con lo sguardo, ma poteva arrivare così la scrittura

      ho pensato, poi, agli altri animali a bordo muretto, sia una finestra con sbarre vincolanti, sia come in questo caso una zona di cemento con dietro la ferrovia, sia altro

      Liked by 1 persona

  2. Bellissima. ❤
    E bellissima è l'esistenza mentre la viviamo e ce ne accorgiamo

    Voglio rileggere questi tuoi versi per riuscire a penetrare fino in fondo…

    "l’altra guancia. È calda."

    Grazie, Dora cara
    Anche la stellina partecipa a tutto questo
    gelsucciabianca

    Liked by 1 persona

      1. “Sono le vite che si fanno dire…”
        Sì, è così.
        Tu sei straordinaria però.
        Le tue piccole “minime” parole sanno far giungere tantissimo in chi ti legge…

        Grazie a te, cara, infinitamente
        :*
        gb

        Liked by 1 persona

  3. Quante emozioni. Mi vedo mentre mi chino sul vialetto del parco a salvare lombrichi rifiniti sul cemento (cosa che faccio ogni volta non posso esimermi è più forte di me). La tua poesia mi suscita questo… vedo la ringhiera, il cemento, vedo te seduta sotto il sole… poi vedo me chinato nel freddo di prima mattina sotto lo stesso sole.. mi rialzo e proseguo… con il respiro affannato e le nuvolette di fumo…

    Liked by 1 persona

      1. Sì, proprio così. Leggere poesie di altri mi aiuta soprattutto a capire, vedere, immaginare certe situazioni..come se fossi lì, nuovamente…ancora, da un altro punto di vista o dal mio primo punto di vista… rivivere

        Mi piace

        1. E’ come un vivere – rivivere alcune situazioni da modi di essere differenti e epoche diverse.
          Un tuffo in noi e in chi leggiamo attraverso i versi che diventano anche nostri in molti sensi.
          Fluttiamo…
          Grazie, Luxor.
          gb

          Dora cara, scusa se mi sono permessa parlare con un tuo ospite.
          Buona giornata, mia cara
          :*
          gelsucciabianca

          Liked by 1 persona

          1. Mi sento sempre coinvolto dalle poesie di Dora, è come un formicolare di immagini, anzi… immagini-emozioni, flash che trasportano pure emozioni. Un caro saluto cara gb.
            (anch’io mi scuso con te, Dora)

            Mi piace

    1. è bello e interessante questo accostamento/lettura che fai del mio piccolo scritto: tu col tuo ambiente, i luoghi a te cari, mentre qui il mio ambiente marino

      grazie dei tuoi commenti sempre poetici

      buondì, LuxOr

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...