un mistero d’incontri

una confessione. prenderei dio a pretesto; tutta la vita risolta. Ma

è così, poi, la religione? entrare in chiesa. sono entrata in chiesa:

un mistero d’incontri. non mi guardate. metterei dio a pretesto.

per la vostra pace. senza assolvermi.

Annunci

18 thoughts on “un mistero d’incontri

      1. la mia era un considerazione di ordine generale mica riferita a te…bastasse una confessione in chiesa ad assolverci…forse rafforzavo il tuo pensiero…comunque bello entrare in una chiesa…magari mentre un organo suona Bach e ti senti leggero e sublime senza per questo batterti il petto… ma so che concordi.

        Liked by 1 persona

          1. ah ah ah…a Napoli si direbbe “tiene ‘a coda e’ paglia!” Scherzo… ovviamente… Comunque chiesa non vuol dire necessariamente confessione o conversione…c’è stato un tempo con un’amica che così vivevo i luoghi del sacro: Silenzio, senso dell sublime e se c’era musica inattesa levità di spirito…mistero profano, ma sempre mistero.

            Liked by 1 persona

                  1. quei “polmoni”pieni di canto soffocante me l’hanno richiamata…annegare nel canto, ma cantare comunque… “chi si’? Tu si’ ‘a canaria…chi si? tu si’ l’ammore che pure quanne more canta canzoni nove…gesù ma comme chiove” Non sono stupendi questi versi?

                    Mi piace

    1. possibile trovare la pace interiore?
      finché artificiamo lontani dall’essenziale, dal necessario a vivere, ogni azione e ogni pretesto, forse, sono vendetta contro noi stessi, con le nostre rinunce, il nostro esser così perbene… ma il bene? ciò che fa bene all’umano e non solo all’umano?

      Liked by 1 persona

      1. Sai? Non credo ci sia una strada comune. La pace interiore non la si trova sulla strada di altri. Ma nel gioire dapprima da soli. Le vendette più sanguinose, ma fondamentalmente più pulite, sono quelle verso noi stessi. Per essere in pace dobbiamo “scordare” sorridendo. Giacché non dimenticheremo mai. Ma almeno facendo finta tracciamo una strada. La pace interiore va coltivata, come tutte le cose. Io non mi sento per nulla per bene. Mi critico spesso e sono oggettivamente stronzo, a volte. Però sono me stesso. Meglio che avere una maschera. Il bene è relativo. Cosa ti fa sentire bene? L’importante sei tu, per prima cosa. Perché quando una persona non sta bene con sé stessa non starà mai bene con nessuno, fino in fondo.

        Liked by 1 persona

        1. a volte può sembrare crudele verso gli altri, la ricerca in sé, tra se stessi, di uno star bene, di un sentirsi bene. Ma se si rinuncia a questo sostituiamo la tensione vitale e la vita a una retorica del sacrificio che, spesso, nessuno salva, nessuno avvicina, falsa i gesti, gli ascolti, i sorrisi, anche gli odi.
          Nulla è assoluto, tantomeno il bene. Per riconoscere noi stessi dobbiamo impattare con il fatto di esistere mentre stiamo vivendo e… Non son mai bravissima ad esprimermi in prosa o in commenti, ma continuo sempre a riflettere nel confronto

          grazie

          Liked by 1 persona

          1. Sai che ho capito? Ecco, io sono stanco di compromessi. Mai più. Se devo prendermi del tempo per capirmi e rilasciare una mia versione definitiva, me lo prendo. Chi mi vuole stare vicino è bene accetto, ma non indispensabile. Perché non aiuta, perché fa rumore mentre penso, perché cerca inconsciamente di influenzare le mie scelte. Perché poi o si torna in dietro e ci si sacrifica. E ad una certa si resterà soli anche senza noi stessi, oppure si rimane a metà e si diventa ghiaccio. Che si appiccica su ogni pelle, nemmeno per interesse, ma non ama nessuno.
            Prego. Anzi, grazie a te. 🙂

            Liked by 1 persona

  1. “sono entrata in chiesa:
    un mistero d’incontri.”
    sì, un mistero di incontri…
    entro in una chiesa e sento l’organo suonare con la sua maestosità che sale in alto…
    immensità…
    levità di spirito
    mistero e mistero d’incontri

    bello questo Canto che fa azzittire e rimanere in silenzio

    :*
    gelsucciab

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...