Il dono

sanguebianco

Dimenticherò la mia vita
come si dimentica la nascita
perché rimanga, sola, scrittura di cellule.
(cit. Erospea)

La malattia ti cambia.
Ti cambia il punto di vista
che diventa angolo.
Considera, la differenza è capitale.
Ne va della vita.
L’angolo consente una visione
orizzontale più ampia.
Ma hai bisogno anche del verticale.
La profondità del dettaglio
è nel taglio:
contiene il corpo di tutto.
È materia spirituale.
Scegliere diventa semplice
come respirare
e il suo contrario.
Non facile.
La malattia ha lo sguardo della poesia.

View original post

Annunci