Quant’è piccolo (Variazione sulla natività – Appunti)

[…] quante piccole mani hai messo nelle mie, quante piccole dita, quante

piccola ossa, quanti piccoli piedi, quanti piccoli incavi, quanto tempo

setacciato di sale come zucchero bianco, poi sporca rena, sporcata dai

piedi, quanti piccoli piedi, quanto rosso di alghe, quante piccole cellule

hai messo nell’acqua, quante piccole stelle immemorabili d’una grotta,

quanto piccolo freddo, quante piccole mani hai messo nelle mie,

quante piccole bocche nelle mie piccole bocche, e le parole di latte,

e le code dei pesci, e tutti i sogni degli uomini di volare come uccelli,

quanti piccoli anfibi abbiamo messo nel mare, quanti piccoli anfibi

con le piccole mani, ma gli uccelli non volano nel corpo dell’uomo?

quanti piccoli uccelli rimboccati nel freddo, quanti piccoli becchi

negli incavi di spalle, quanti piccoli colli, e la piccola rena, granellata,

quanto piccola e nera, e le code dei pesci, tutti i piccoli piedi

nelle grotte di madri, quante mani di padri, sulle spalle di madri,

quanto caldo strofini, e le piccole bocche, sufolate di fiato, ma gli uccelli

non soffiano nel corpo dell’uomo? quante piccole stelle, battute

tra i cigli, quante piccole ali, e le code dei pesci […] d’istinto […]

quanto piccolo è nascere […]

Quant’è piccolo

 

 

Annunci

14 thoughts on “Quant’è piccolo (Variazione sulla natività – Appunti)

  1. Belle queste tue “variazioni” canti ai natali del cosmo nell’avvento, in noi, di mile e mille creature: manine, alucce, piccole pinne… lo stupore, infine, d’ogni piccolo germoglio che sboccia nelle nostre piccole mani…tenerissima preghiera laica..Buon Natale, Dora!

    Mi piace

    1. c’è la nostra responsabilità e il richiamo alla nostra cura verso la meraviglia del ‘piccolo’ e verso certi ossicini che sembra si vedano solo quelli e… scusate. Si nasce, ma non basta nascere. E lo sappiamo. E non è una fortuna nascere in una situazione ricca o povera o come la vogliamo chiamare.
      poi c’è il pensiero all’umano che riesce a volare in acqua come un pesce, ma di fisico non in aria come gli uccelli, eppure quanto vorrebbe farlo…
      poi altro, ma lascio libero il senso

      sono appunti

      buon Natale anche a te e sereno, Franz

      Liked by 2 people

  2. Le tue “Variazioni” sono belle davvero, mia cara.

    “quanto piccolo è nascere […]
    Quant’è piccolo” ❤

    E quanto tu sei tenera nella profondità del tuo essere.

    Buon Natale, Dora 🙂
    :*
    gelsucciabianca

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...