il senso (nota)

rimaste o giunte o con fuse o pregate in umido,

mi sono le parole che tutti comprendono; non tutti, manco

così, mi sono i segni, allora, che tutti comprendono, manco

così; mi sono i diversi, proprio tutti, d’amore proprio, non tutti, ma

sai prendere, se sai, prendi

 

le mie parole che tutti comprendono

 

Annunci

36 thoughts on “il senso (nota)

  1. il gran mare dei segni e dei suoni che emettiamo per comunicare…mi viene sempre da pensare agli insetti, le api in particolare, e a quei loro sensi estesi non palpabili che li rendono comunità anche a distanza…

    Liked by 1 persona

  2. Ma se tu prendi le parole che comunque comprendono tutti, in fondo, non hai capito niente di me, di te, di lui, di lei…a me lascia in senso quasi inequivocabile:” prendi quello che capisci, prendi se vuoi, se riesci prendi, ma lasciami respirare libera” .

    Liked by 1 persona

      1. ué! (linguaggio universale 🙂 )
        quando non mi dirai più “non volermene” ti farò un sorrisone 🙂
        mi fai piglià collera quando mi dici “non volermene”, credimi

        ps: devo ancora risponderti alla mail…

        Mi piace

    1. quando senti ridere dei bambini di lingue diverse davanti a un film di cui manco conoscono la lingua capisci l’inutilità di tutte le questioni che ci poniamo scrivendo. E’ molto che uso poche parole, sempre le stesse, come se fossero capaci di raggiungere tutti, ma è poi così.
      A te, invece, lascio un piccolo appunto: oltre le parole ci sono vite che, in prigionia o libertà dalle stesse parole, non sempre possiamo comprendere, o almeno non subito
      tante volte, forse, anche tra le tue pagine ho ritrovato interrogativi affini
      buona serata e grazie per gli spunti che sempre suggerisci, Profumodicarta 🙂

      Liked by 2 people

      1. Grazie a te 😊 Già hai ragione direi spesso non abbiamo gli elementi e quando leggo non ho voglia di capire il senso che vuole dare l’autore con le sue parole. Se, invece, il senso coincide per mera casualità , è sublime perché le anime si sentono vicine. La bambina che vive in te è una creatura meravigliosa Dora.

        Liked by 1 persona

    1. Il senso della mia interpretazione per me è inequivocabile. Forse mi sono espressa male ma non volevo contrappormi a Dora, la quale molto probabilmente pensava a qualcosa per me inimmaginabile. Nella mia percezione esperenziale pensare a qualcuno che di me prende le parole che capiscono tutti significa che prende di me non la mia universalità in termini di individualismo, ma il comune apparire della mia esistenza. Ma, ribadisco, questa è la mia percezione alla lettura del testo e ho voluto esprimermi, alla stessa stregua che leggendo Dante, Marx etc, la massima o la poesia avrebbe suscitato in me qualsiasi emozione positiva o negativa.

      Liked by 1 persona

      1. Non c’è contrapposizione, ma la semplice esposizione di un sentire che io condivido e ho condiviso leggendo Dora.
        Ho la tua stessa percezione esperenziale.
        Tutto qui.
        Son certa che l’anima bella che ha redatto questi versi capirà il sentire…

        Liked by 1 persona

      1. Ho letto ora il tuo dialogare con Profumo e Marzia, Dora cara.
        E’ molto tardi e sono stanca, ma ho gradito davvero tanto questo vostro voler approfondire.
        Ritorno con calma, mia cara.
        🙂
        gelsuccia

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...