come un popolo senza conflitto (Appunti)

[…] non m’interessi, come un popolo senza conflitto, ti sei mess[ ],

selezioni le parole che convengono all’abitudine d’una zona

tutta ombre. Ho scavato con violenza il retro degli oculi

dove l’immagine arriva già rigida, più potente del tuo sesso

abbandonata l’azione di genesi, dedito al piacere d’eternità

momentanea. Non m’interessa l’affondio senza ripresa; il largo

intorno e la traversata d’affondo; m’interessa, come un popolo

che prega le mani strofinando il giunto, incredulo senza prova

all’ermetismo del vento. Le ho fredde

 

soffiale, strofina, scaldale, finché avrò un calore, mio, tutto mio, da

donare […] ai tanti giorni senza seme. Mi fai piacere, sai?, mi fa

piacere, come un popolo in conflitto, pronto alla pace, dedito

alla pace, mai immobile, mai assente, alla quiete nel sé

Annunci

5 thoughts on “come un popolo senza conflitto (Appunti)

  1. Non so…sento un sapore di invettiva…di invito a…Mi chiedo: dov’è la genesi? Ci sono parole che nascono rigide e non plasmate in una dinamica di battito atroce? Esiste un popolo(corpo) senza conflitto?…le tue sono parole d’ermetica bellezza, quasi di iniziazione ad un corpo postumo che guarda la vita dall’esterno e finisce per giudicarla…ecco da qui mi deriva il sapore dell’invettiva che ti dicevo…prendila come una riflessione non un giudizio né un’opinione forte…

    Liked by 1 persona

        1. stai dando un’intepretazione tua a questo scritto che non posso che rispettare e prendere tra le traiettorie, anche se non ci pensavo in questo senso

          quando scrivo lascio che accada, spesso, e non so nemmeno io quale referenzialità sia e se necessario sempre trovarla. A volte sono vite a me ignote che s’accostano come fosse immaginario nella loro solida realtà

          tutto qui, o altrove da me

          Liked by 1 persona

          1. capisco e lo so…sottolineavo la differenza tra invito e invettiva che tu stessa indicavi…voci di rimbalzo da un altrove che continuamente ci sfiora e ci appartiene più di quanto crediamo… mi è chiaro.. ora.

            Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...