– 4 dicembre 2016 –

[…]

segno inaugurale,

astraggo stamattina il volo a sciami, individuale e collettivo, di certi uccelli, fu,

al rosso tramonto, sul municipio, lo zig zag di certi insetti, il disordine apparente

dei gabbiani in volo, rapaci compagni nell’azzurro, precisi in caduta, nella bocca

dei pesci, nell’ellisse di sole, la rivoluzione

mai dimentica, mai compiuta, all’ordine del giorno, salvo la morte d’ogni

specie. Proseguirei con un canto senza ideali, astratto anche quello, senza

la perfezione del vuoto di certe idee misurate a croce netta. Cosa vuoi da

me? La domanda è errata e mi fa gli occhi bianchi, una serranda a mezz’asta.

Cosa voglio, da me? Cosa vuoi, da te? […] precisi in caduta, nella bocca dei pesci,

nell’ellisse di sole […] si sfamano i figli imparando loro a sfamarsi, da se stessi […]

[…] la rivoluzione

mai dimentica, mai compiuta, all’ordine del giorno, salvo la morte d’ogni

specie. […] Segno inaugurale astraggo, stamane.

Cosa voglio, da me? Cosa vuoi, da te?

Loro vogliono. […] Segno inaugurale

astraggo, stamane.

Annunci

22 thoughts on “– 4 dicembre 2016 –

    1. semplicemente oggi rifletto sulle elezioni, la politica, e la rivoluzione che per me s’ha da fare… ti pare saggio che si sia votato? si o no, si o no, si o no, ti pare saggio? a me pare… vabbè… meglio come mi sono espressa in versi.
      mi astengo dal parlare oltre che come disse una mia piccola allieva riguardo le lezioni di tipo frontale: “è overo… è parole vanno o viento”… meglio mettere in carne l’azione pensante.

      Liked by 1 persona

      1. “è overo… è parole vanno o viento” Come è vero!

        Il tuo Canto però fa riflettere, Dora, e molto.
        Sembra tu tragga segni dalla direzione del volo degli uccelli… con le tue immagini sempre così vive.

        “Cosa voglio, da me? Cosa vuoi, da te?
        Loro vogliono. […]” ❤
        Apprezzo molto questi due versi. Quanto mi dicono…

        Spero tu stia riposando, Dora
        :*
        A ritrovarci, cara
        gb

        Liked by 1 persona

        1. in verità non mi fa scandalo il “no”. L’unico scandalo possibile nella mia prospettiva era finalmente rifiutare ogni segno preconfezionato. Ovviamente sembra fantascienza questo mio pensiero come possibilità. Magari se ne riparla nel 3000…

          Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...