ho protetto, la vita, proteggo

[…] quante e quante volte mi abbandonerò

abbandonata, quante e quante volte, fuori

sicura, sprigionata, protezione? ho protetto, quante

e quante volte, esposte, al martirio della

luce, quante e quante volte, petrosa, scandirò l’onesta

costruzione pura del mio passo, pensiero, quante e

quante volte inarcai il corpo nelle tensioni

assolute, per un pò di calore, trattenuto

come fa la carne alla morte, quante e

quante volte, il viso pallido, rimesso

sociale; nullo ciclo. La vita è adesso […]

dove?

 

M’è deserto l’occhio a visioni di mimesis

 

Annunci

5 thoughts on “ho protetto, la vita, proteggo

  1. fai sempre riflettere oltre il normale. Il potere delle tue parole apre faglie dove ci si interroga: non ha senso memoria? Ha senso solo il presente? e oltre la mimesis il tuo occhio cosa vede? Eppure il tuo corpo rivendica memorie carnali di un vissuto intenso. Io dico che forse le nostre cellule tutte serbano , confrontandosi col presente che è ora, l’impronta di ciò che ha segnato per sempre ogni loro accelerazione vitale. Si ha diritto al presente, ma , forse, si ha diritto anche alla memoria, al ricordo e si ha diritto a trasfigurarlo in sensazioni e suoni. Anche questo diritto è nel presente ed è vita. Solo riflessioni di rimbalzo , non certo un tentativo di interpretazione.

    Mi piace

    1. il peso degli anni scarnifica e lascia la parola che deve avere più consistenza di me se ne senti potere. Io mi sento così impotente. Vorrei vedere, il mio occhio vorrebbe vedere, solo bene, almeno bene, un piccolo bene, in tanta devastazione, e non sempre questa pace mi riesce. Mi è diventata quiete la possibilità di posarmi a letto la sera sapendo che la mia casa è tranquilla, che posso andare a letto e riposare, quel minimo che riuscirò, senza pensare ai bilanci della giornata, tantomeno a quelli di una vita, senza pensare che domani viene un giorno, ma sapendo che ci saranno ore per tentare di riposare, accucciarmi un po’, prima che venga giorno.
      Non sto ancora benissimo con la febbricola, ma son scemenze e passa. Era solo per dire che starò poco al pc. Quindi anticipo un “buona notte” nel caso mi venga meno la presenza in repentino

      Liked by 1 persona

      1. capisco quel che dici…e prendo in anticipo la buonanotte (hai visto mai crollassi di colpo in morfeo?) e mi auguro anche che il sonno ti ristori, ma non tutto va sottoposto a bilancio, solo avvertito, magari, serbato nel calore della pelle,…ma questo tu lo sai benissimo.

        Liked by 1 persona

        1. “ma non tutto va sottoposto a bilancio, solo avvertito, magari, serbato nel calore della pelle,…”
          scrivi Franz
          mi piace e… concordo con te
          …ecco un bilancio solo avvertito e, forse, tenuto nel calore della pelle
          ecco, sì.
          🙂 gb

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...