Tagli (99). Lontano dai miei occhi

[…] lontano dai miei occhi, ti prego,

lontano dai miei occhi, dal mio intuito,

dalla mia conoscenza, uccidi, lontano dai

miei occhi. Non bastano i suoi, così ciechi, così

lucidi. Ingoio luce, ingoio fiato, e non ti piace, ingoio

 

paura, la tua, la paura: vera

dei miei occhi, tu pensi, sia bello

vedere, conoscere? Lontano

dai miei occhi, lontano dai miei occhi,

ti prego, posso lasciarti i miei occhi, ma lontano

dai miei occhi. Non posso vederla, l’innocenza,

morire, d’una vita non sua.

Avessi coraggio, troverei la parola, ma non ho

il coraggio della parola che uccide.

 

Lontano dai miei occhi, vi prego.

Non bastano i loro, così

ciechi, così lucidi

[…]

 

Annunci

8 thoughts on “Tagli (99). Lontano dai miei occhi

    1. è eticamente difficile accettare che tante cose vadano nel mondo in un certo modo e su tante cose vorremmo bastasse la parola vera, ma la parola come sola denuncia non risolve e mette dolore su dolore, anche nella compassione

      Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...