Tagli (97). I nomi che nessuno comprende

[…]

è come avere un salma nel petto

un passo a più porte che nessuno

comprende […] qualcuno […] non svellere, non

donare i germogli, lasciali ai campi, dispersi,

con nomi che

nessuno comprende, qualcuno, un giorno,

conoscerà. […]

[…]

è come avere una salma sul petto

viva

[…]

[…] non svellere, dona

ai tuoi germogli i nomi,

dispersi nei campi, nessuno comprende,

un giorno, qualcuno, [ri]conoscerà […]

[…]

è come avere un salma sul petto

nell’orecchio rovesciato a

colpi di fiato, un rivolo d’ossigeno

[…] svelli i campi, dona i germogli,

a tutti i nomi

che nessuno comprende, qualcuno,

comprende, comprenderà

[…]

è come avere tutti i nomi,

un salma nel petto […]

 

 

 

Annunci

26 thoughts on “Tagli (97). I nomi che nessuno comprende

    1. ho il disco completo
      mi sfugge la connessione precisa dei versi che citi con il mio scritto, però

      lo scritto è nato da una riflessione su tanti nomi di cui ignoriamo il significato, la scelta

      dare un nome a una persona alla nascita, o assumere un nome, è un atto importante, a mio avviso

      per me che non ho una conoscenza approfondita di altre culture diventa spesso difficile cogliere immediatamente il senso d’un nome
      poi mettici il senso che a un nome diamo noi

      questa era lo spunto di partenza

      spunto sempre legato al tema della memoria, della conservazione, su cui sto tornando costantemente in questi giorni

      Liked by 3 people

      1. e non son fiori d’altri mondi i nati con nomi che non decifri? e spesso quei fiori nascono tra capelli d’altri amori in latitudini le più disparate…invece il canto di De Andrè c’entra eccome tutto il disco è un canto all’amore e ai mille nomi e sfaccettature che ne possono derivare…e comunque io non entro a decifrare i tuoi versi il tuo richiamo ai germogli e alla sarchiatura della terra mi fecero evocare questi versi che amo. Niente di più…

        Liked by 1 persona

        1. si, riascoltando il canto di De André avevo capito… Infatti, no, non si scrive, almeno io non scrivo, perché si decifri tutto, ma proprio perché il senso, se deve arrivare un senso, sia oltre il decifrare significati. Un’ambizione forse troppa di me ‘piccola’ che scrivo, ma non so vivere in altro modo la scrittura. Abbaddonai la saggistica quando sentii troppo il peso del dover tutto definire, io che non so farlo, forse nemmeno avrebbe importanza definire tutto. La bellezza dei nomi, del darli e del riceverli e quant’altro non è, infatti, solo nella definizione
          grazie di aver accostato quei canti a queste mie ‘minime’ parole
          buon sabato, Franz

          Liked by 1 persona

              1. continuo a nuotare tra l’onde con discreto affanno 😦 … ma mi viene in mene, anche, chi, oltre metafora, affoga innocente tra le onde del nostro mare… come vorrei che tutte le terre ,metaforiche e non divengano accessibili a chi vuol raggiungerle. Buon sabato anche a te, Dora

                Mi piace

                    1. a mio modestissimo parere sensibilizzare è utile ovunque e sempre con ogni mezzo.
                      è importante dal proprio modo di essere giungere a ‘toccare’ mille altre vite diverse.
                      uso “toccare” perché mi dà l’idea dell’accostarsi, dell’ allungare una mano verso…
                      gb

                      Liked by 1 persona

                    2. si, è importante questa cosa che dici sul contatto
                      capisco pefettamente il senso
                      è la sensazione di prossimità
                      grazie per questo pensiero, Gelso cara..

                      Mi piace

                    3. Grazie, Franz.
                      Riflessione questa mia nata da una tua.
                      E questo unirsi delle onde-pensieri tra creature diverse tra loro è molto positivo.
                      gb:)

                      Liked by 1 persona

  1. Diamo un nome senza un senso e riceviamo il nome forse anche senza un senso, ma con il tempo il senso del nome che abbiamo siamo noi stessi e quando lo pronunci il nome ha tutto il senso di te. Quanto è vera la tua riflessione, e ogni nome ha un suo significato quello stesso della vita vissuta con la pienezza delle esperienze e delle scarpe che indossiamo e con le quali abbiamo e facciamo tanta strada. È proprio così 😉

    Liked by 1 persona

  2. è un’enigma la scelta di un nome, o forse è una casualità, … il nome di mia figlia è stato dato con un sorteggio 😉 Anche il mio nome è stato scelto in modo strano… Hai ragione, è un tema singolare da trattare. Buona serata mia cara Dora 🙂

    Mi piace

    1. eppure anche nel sorteggio c’è stata una scelta di possibilità legata a tante cose…
      Mi piace questo che hai detto: apre, suggerisce, altri pensieri…
      ora mi hai incuriosita sul tuo nome…
      se tu ne facessi un articolo? 🙂
      buon sabato, Ali
      più tardi passo a leggerti che manco da un po’…

      Mi piace

  3. Il tema della conservazione ancora, Dora cara.
    E’ un argomento talmente affascinante… che si apre a ventaglio poi.
    Tu sai comunicare le tue sensazioni in un modo tutto ‘tuo’ in cui è bello entrare.

    “…………………dona i germogli,
    a tutti i nomi
    che nessuno comprende, qualcuno,
    comprende, comprenderà” ❤

    Sento il flusso vitale e mi questo mi piace molto molto.

    Notte bella di nomi che si intrecciano con le note musicali a formare una musica nuova pregna di bellezza.

    Ti abbraccio
    gb 🙂

    Mi piace

    1. Ciò che conta, Dora, non è il decifrare il significato preciso dei versi, ma sentire qualcosa che entra in te, non è il definire tutto, ma ciò che resta in te dopo aver letto.
      Io ho colto il flusso vitale che è nel tuo Canto e l’amore che può avere mille nomi, ma che cogli come amore.

      Serata in bellezza, cara

      gb

      Mi piace

      1. forze ha un senso molto importante anche la trasmissione dello stesso nome

        mi hai fatto pensare a questo andando per flussi vitali

        bella bella bellissima notte per te
        un cuoricino, si
        d.

        Mi piace

        1. sì, ha un senso la trasmissione della stesso nome se… si ci si vuole avvicinare allo scorrere del flusso vitale, se si vuole riconoscerlo in tutta la sua pienezza, in ogni suo dettaglio

          ❤ per te, Dora cara
          gb

          Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...