..di forza non volli..

……………………………………………………………………………………..

Onirico* per la

carne, carne

per l’onirico

 

colature di stille

rimarginano

a curve di lingua

preverbali istinti

di conca ossidiana

tra sparente stilo

 

Stanotte sognai: tessuti da

nozze, filate culture, camicie

di forza non volli

abitare armata,

a(d)dio amore

 

la luna, calava, di ventre, sulla

stella, la cava, di sole,

tra monti, di pioggia

 

sanguin.aria,

 

nessuno incida

il mio nome

fuori pelle

 

nessuno incida: alfabeti invasati

d’origini senza genesi.

Scrivere è tradimento

che

ricongiunge a rarità

ogni legge costituita

 

Svelami, non coprirmi,

sposo, con le tue premure

 

[…] stanotte sognai

di forza non volli

[…]

 

[*anche verbo…

Questi piccoli ‘appunti’ sulla scrittura sono emersi da un sogno che ho fatto all’alba. Non ricordo tutto, forse; di certo ricordo che c’era una di quelle soluzioni che ti vengono offerte come le migliori per la tua vita, ma quelle due camicie da notte (erano due nel sogno senza simbolismi) e quant’altro, per quanto belle, tante donne non vorrebbero mai indossarle]

 

 

Annunci

23 thoughts on “..di forza non volli..

    1. ma dai…
      comunque guarderò più tardi con calma e con attenzione Lorca, “Nozze di sangue”
      grazie del suggerimento

      credo sia un momento che c’ho la fissa del preverbale e dell’istinto, forse anche perché sto in fase di ritorno di quel problema di difficoltà nell’elaborare le frasi, proprio la scrittura. Ma è una lunga storia che parte da quando avevo dodici anni e bla bla, non annoio, tanto vedendomi scrivere nessuno mai mi crede, ah ah, ohi

      a parte questo che c’entra comunque con la scrittura, mi interrogavo, a seguito del sogno fatto, sulla tradizione, o le tradizioni

      per alcuni elementi naturali che scrivo erano nel sogno o comunque avvertiti da me come presenti nel sogno matericamente

      non credo di riuscire ad aggiungerti altro perché oggi ho gran stanchezza nell’articolare

      ma ti dirò appena avrò presente Lorca

      Liked by 1 persona

      1. il bianco e il destino baro della sposa violata e costretta…la trappola che si nasconde nelle “tradizioni” appunto…bello come hai trasferito il tuo sogno in versi…una sorta di “avvertimento” 😀

        Liked by 1 persona

            1. sarà pure mitico, ma vorrei dormire un giorno.
              no, guarda che a volte ci riesco ad appuntate qualcosa al risveglio, anche se non tutto, e ammetto che è interessante, anche se mi stanca

              Buon sonno per te
              Io ci rinuncio 😦

              Liked by 1 persona

          1. “e il guaio è quando mi sogno pure le parole da scrivere e non riesco ad appuntarle”
            Oh, è terribile e… mi succede spesso ultimamente.
            Mi accade anche di dire a voce alta i versi (che poi dimentico in parte).
            So di dirli a voce alta perché è la mia voce a svegliarmi. 😉
            gb

            Liked by 1 persona

                    1. accucciata tu in
                      una liscia conchiglia
                      una bimba passa
                      la raccoglie
                      con stupore
                      la protegge

                      riposa, Dora, così

                      buona notte, cara cara bella

                      a

                      Liked by 1 persona

                    2. che dolce sei…
                      avrò cura di questo delicato pensiero
                      (ci avevo già scritto, or ora, una nota)
                      grazie, bella, e che il tuo sogno più bello possa avverarsi presto
                      abbraccio e una notte stupenda per te ❤

                      Mi piace

                    3. ho letto velocissima la tua nota.
                      e lo stupore è in me ora.
                      voglio rileggere tutto con calma per cogliere
                      nei tuoi tagli vi è sempre molto di contrastante e nelle tue parole anche

                      mia cara brava bella “minima” Dora

                      ti voglio bene
                      e ti ho messo in una conchiglia rosa liscia protetta

                      spero che per entrambe possa avverarsi presto un sogno


                      a

                      una notte di riposo intanto 🙂

                      Liked by 1 persona

  1. “la luna, calava, di ventre, sulla

    stella, la cava, di sole,

    tra monti, di pioggia

    sanguin.aria,” ❤

    Versi molto belli.
    Anche io ho pensato a “Nozze di sangue” di Lorca mentre leggevo il tuo Canto.

    Cerca di riposare, Dora cara
    Ti voglio bene
    a

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...