tu “odi et amo”?…

Incrocio oggi per la prima volta Francesco con il suo blog (che vi invito a esplorare, come ho cominciato a fare anch’io): https://adoraincertablog.wordpress.com/2016/06/30/il-mio-maestro-ed-io/

Francesco passando tra alcuni miei scritti del passato me ne ha segnalato uno, in un certo senso (andate tra i commenti), e ho pensato di riemergerlo. Eccolo qua… Ricordo che stavo studiando i classici, era un esame post-laurea, e non me ne voglia Catullo, mi venne questa “parodia”, un po’ per alleggerire la mente, un po’ per serio. Prendetelo come un esperimento d’altri tempi, d’altre scritture
così…

Erospea

....

tu "odi et amo"? 
"nescio"? Io so perché. 
Guardami guarda come demitizzo: 
una se la taglia, 
- bene dice -, l'altra l'intreccia, 
- e le pene -, l'altra la scioglie, 
- vai tu a nanna -, io me la cresco

che al parrucco c'è ancor tempo 
forse men del parrocchiare, 
matrimonio un "sì" di meno

guardami, guardami, 
io so perché. E levo:

l'incomodo della perdita, 
del riconoscimento, tantomeno mento, 
nell'inquietudini della routine
tu "Odi et amo"? 
Nescio. Per che?

....



(26 ottobre 2014)


d°'

View original post

Annunci

2 thoughts on “tu “odi et amo”?…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...