Corpi di roccia

….

mi svegliai

arro(c)cata, stamani, a corpi madidi, d’erba,

coleotteri smeraldo, fumano, a lati,

eccentrismi di cuore smozzicati a pelle

in canti asfissiali, pulsanti ceneri

in suffli tremule, levitano

croci equilibriste su cime smussate

in  luce sgorga’

 

a monili fluenti

slabbrature inamidanti

turgori gelidi

notturni; limo

nutrì

bocche asciutte

 

ora colate

verba scivolano

dorsali risvegli

d’irte durezze pasciute a

 

“teneramente”

….

 

 

Annunci

9 thoughts on “Corpi di roccia

  1. può sembrare strano a legger tutto il componimento, ma l’immagine di partenza m’è venuta da un ricordo d’infanzia: quando restavo affascinata dai corpi ‘rocciosi’ degli anziani che facevano con la bocca cerchi, forme, segni, di fumo e…

    Mi piace

  2. I corpi saranno di roccia ma le parole le plasmi come argilla… proprio l’altro giorno stavamo discutendo, con amici, che è sempre più difficile vedere quei bei volti scolpiti di una volta, dalla fatica, dal sole, dal duro del vivere. Volti e corpi vissuti! Ma forse bisogna solo cercarli nei posti giusti?

    Liked by 1 persona

    1. che bello ritrovarsi, Giorgio
      ci sono quei corpi, ancora, e noi stessi ne portiamo l’eredità preziosa tra le carni, tra le menti, ma siamo tanto bravi a volte a perdere la capacità di ricordare, o quella, che sembrerebbe più semplice, ma non lo è, di vedere intorno a noi.
      Un abbraccio
      passo a leggerti che ho una piccola finestra di tempo e ne approfitto

      a presto

      grazie

      Mi piace

      1. Purtroppo è un periodo che non riesco ad essere molto presente e me ne dispiace tantissimo… ho uno stupidissimo telefonino che quando vado in WP sul treno (dove un’oretta ce l’avrei) mi si blocca e ripropone sempre lo stesso post… che rabbia! Dovrò decidermi a prendere un tablet… le tue poesie mi mancano sempre! E anche le foto del mare…

        Liked by 1 persona

        1. magari ci penso, faccio un articolo di sole foto appena ho un po’ di tempo buono
          vediamo

          guarda credo siano problemi di connessione perché io ho un telefono di quelli più recenti, ma si blocca lo stesso, e addirittura non sono mai riuscita a scrivere un articolo da li. Una volta ci provai e persi il componimento

          Tra l’altro ti dico che mi è capitato di usare il pc in treno e il problema è minore, ma comunque non va liscio

          Credo, lo dico da ignorante, che wp sia un po’ pesante nei caricamenti… ha bisogno di più ‘spazio’… non mi esprimo tecnologicamente, ma spero si capisca, o che qualcuno sveli l’enigma in termini tecnici 😀

          ti saluto, dai

          Io sembro presente ogni giorno semplicemente perché scrivendo in poesia appunto negli interstizi anche quando proprio non ho tempo.
          ognuno ha i suoi segreti di scrittura, eh eh

          ciao!

          Mi piace

            1. ne abbiamo parlato più volte, infatti, non è sempre immediato e non è per nulla scontato accada. Può accadere in tanti modi, almeno per me. Quello che ti dico: bisogna avere una “disposizione” perché questo dono, anche indecifrabile, dello scrivere si dia
              Ci sono cose che a te sembrano magari scritte di getto, in un solo tempo, e su uno stesso foglio, diciamo così, mentre non lo sono, hanno un viaggio specifico, tutto loro, con più provenienze. E’ anche questo quando dico che scrivo negli interstizi. E’ come se tu ascoltassi per strada più persone parlare e te ne ricordassi e accordassi il tutto. C’è una componente che io ritengo miracolosa in questo e che governo, ma mi governa. Non te lo so spiegare bene. Posso dirti ogni volta come si svolge, per ogni scrittura, ma non so dirti precise le regole tutte
              Vedi, io in prosa non scrivo, invece, quasi mai e mi chiedo su chi come te lo fa com’è che accade, come tieni le fila, quelle che io se ci provo mi perdo, e come ti viene un tono narrativo rispetto a un altro. Cerco di spiegarmelo un po’ come accade a me, ma cerco anche di capire, a volte, perché io non riesco mai a tenere gli eventi, quelli della storia, ad esempio, o anche le vicende personali, a un livello diretto di riferimento, mentre vado per dispersione. Quindi provo ammirazione enorme per chi riesce a essere nitido e coerente intorno ai temi che ha necessità di dire.
              Eh eh…
              come vedi anch’io ho le mie domande 🙂
              grazie per lo spunto di riflessione
              indubbiamente ci sarebbe da farne una discussione ampissima
              Ma qua il da fare chiama e andiamo!
              a presto 🙂

              Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...