La mia parola

[…]

“Non ho bisogno.”

“Tutti ne hanno bisogno.”

“Segna la data: ’20 giugno 2016′ ”

“Perché?”

“Vedrai, passerà un mese.”

“Impossibile; è contro natura.”

“L’ho già fatto. E’ già accaduto.

Ti dimostrerò che la mia parola è corpo.”

“’20 luglio, 20sedici’: come: esserne: certo: allora?”

“Dovrai fidarti della mia parola. E della sua natura.”

[…]

 

(è un breve dialogo ispirato a una discussione che ho avuto più volte rispetto a quelli che sembrerebbero bisogni inevitabili, ingovernabili, per l’umano, ma non solo. Quando nella mia scrittura dico di aver vissuto “tanto”, c’è in quel tanto anche la verifica intorno a limiti che la maggior parte delle persone ritengono vincolanti. Ciò fa corpo nella scrittura, è corpo che si scrive, è quando dico ‘verbo’ e so cosa intendo senza doverlo spiegare. Un alternarsi di battute innocue: a me servono per ricordarmi in questo spazio che c’è anche tale interstizio di riflessione, mettiamola così.

Le date potevano essere altre, ma ho dato importanza al momento in cui ho concepito di scrivere queste parole qui)

Annunci

15 thoughts on “La mia parola

  1. Scusate, ma ho sensazioni di delirio…non sul tuo scritto Dora…:D 😀 :D… naturalmente mi assumo la responsabilità giocosa di questo mio commento…in quanto al corpo/parola io mi attengo al vissuto scritto/agito di Pier Paolo Pasolini…la passione nelle viscere è la genesi d’ogni metafora, fuori di questo c’è solo il gusto celibe di una scrittura autoreferenziale…diceva Schopenhauer che la volontà dell’io sta nella sua capacità di fuggire da se stesso e la sua splendida dannazione nell’incapacità di annullarsi.

    Liked by 1 persona

    1. sai quanto amo Pasolini, per me ‘padre’ per tanti aspetti. Ovviamente non sto facendo alcun paragone tra le stronzate che scrivo io e loro che citi. Ho capito che sono indicazioni che mi dai da guardare. Si. Lo farò sempre. Nei miei limiti la scrittura forse si consuma in se stessa. Ci vuole una partecipazione e una forza vivente che non ho, e che non è da tutti. Stai menzionando casi eccezionali. si…

      Liked by 1 persona

      1. “Ci vuole una partecipazione e una forza vivente che non ho, e che non è da tutti.”
        Secondo me tu hai questa partecipazione e questa forza vivente, Dora.
        A me pare di coglierle.
        Le sento.
        E’ come nella musica, sì.
        Io, comunque, non sono nessuno e quindi…
        gb

        Che bello e “giusto” soprattutto è il commento di Franz che parla di Pasolini e di Schopenhauer.
        gb

        Liked by 1 persona

  2. io credo tu l’abbia invece quella forza solo ti pesa confessarlo e tieni la scrittura come altro da te per difesa…ma ovviamente può essere gratuito ciò che dico…solo sensazioni che manifestano il senso di indissolubilità tra te e ciò che scrivi

    Liked by 1 persona

    1. Non lo so.. Io son sempre perplessa sulla scrittura perché mentre scrivo sento e avverto in un modo, ma quando me ne stacco la guardo fuori di me, ho stanchezza come se avessi fatto chissà quale lavoro, e perdo anche la memoria delle parole scritte, cioè non le tengo a mente, quasi non fossero uscite da me
      Non so se mi riesco a spiegare
      Buona giornata, Franz
      Io non voglio andare a scuola oggi,ah ah! Vado…

      Liked by 1 persona

        1. se è oblio del sé, forse, è ritrovamento dello stesso sé tra più esistenze, si!
          il panierino… sfotti tu! offrirono delizie, caffè e acqua, che rifiutai di ingurgitare… il cibo palliativo non lo sopporto, ah ah! 😀
          scommetto che tu a scuola, oltre a mangiare la tua merendina, ti fregavi la merendina degli altri, eh 🙂 confessa!

          Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...