Lasciate

WP_20160321_16_03_52_Rich

 

Lasciate per me verbi dolenti, via!,

l’eterne statue di bellezza mortale;

sono chiesa sconsacrata in steppa sfitta a

religioni di dolore. Ho spento il cielo degli

astri sovrurbani. Ho una galassia di nei

senza peccato. Accendi a tocco,

gli ascendenti del corpo, accendo a tocco

 

i buchi neri d’ogni nascita

 

libera ” passio

 

 

 

Annunci

7 thoughts on “Lasciate

    1. grazie
      le mie sempre ‘minime’ parole
      oggi c’è un demone in me che mi fa scrivere, mi sa. Non ce la faccio più a dire il vero. Tralasciamo altre cose che manco ho editato. Mi serve un esorcista.
      meglio che m’appacio.

      Liked by 1 persona

          1. ho letto tutto di un fiato la tua produzione odierna, ricca densa sembra tutta destinata a sbocciare nelle parole del passante sul pontile…misteriosa semplicità della vita…rifletti…nulla è mai al caso, o , meglio il caso non è mai nulla

            Liked by 1 persona

            1. si penso sia così. Sul “caso” ne ho scritto spesso: non esiste in quanto “per caso”, ma sono le creature che vivono e si muovono anche quando non se ne accorgono
              scusami, ma adesso ho davvero bisogno, necessità, di smettere di scrivere, di un po’ di raccoglimento, che sono proprio stanca stanchissima
              Notte bella per te, Franz

              Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...