Fratello maggiore

[….]

non trattenermi, non trattenermi mai,

lasciami sbattere sul tuo petto, nel tuo petto,

come un piccione sul vetro incantato

dallo splendore del sole; tu che hai un cuore di fuoco

luminoso e caldo per le mie notti brivide nelle acque

invernali della più bella estate, ma non sei il riflesso

inquieto d’un corpo abbozzato d’ombre di luce; tu che sei luce

essenziale, trasparente, libera, tagliente, nel fiato incolore tra

un bacio della sera, sapore primario, densamente dolce, il buio

cavo, che accoglie, di bocche salmastre d’un unico linguaggio,

bianco, di spirito muto, di segni, soffiato

 

sulle pendici battezzate del faro

 

 

 

 

 

 

Annunci

14 thoughts on “Fratello maggiore

    1. Pavese m’è caro soprattutto per i dialoghi
      La Woolf non so a cosa pensavi perché di lei, ammetto, ho letto poche cose e moltissimi anni fa, forse ero ancora al liceo, non so
      Il faro m’è caro in vario senso, mi affascina, e magari un giorno potrei farci una nota. Tra l’altro mi ricordo adesso che il padre di una mia amica aveva il compito, proprio a pochi passi da casa mia, di controllare dalla sua abitazione che il faro lontano fosse acceso e funzionante durante la notte. Era praticamente il suo mestiere o tra le mansioni principali
      si a volte un getto notturno porta buone scritture
      notte franz

      Liked by 2 people

      1. Mi riferivo al bellissimo “la gita al faro”, uno dei capolavori della Woolf…un mio zio fu sovrintendente dei fari di tutto il sud…e un anno da bimbo passai una stupenda vacanza nel Faro di Capri…dava su di un’insenatura privata che sembrava una laguna…ricordo ancora i tuffi estasiati di gioia di noi bimbi

        Liked by 1 persona

        1. appena mi riesce leggo il libro
          bella questa cosa di tuo zio
          ma sai che dovrei un po’ vergognarmi, ma non conoscevo il faro di Capri… Non so perché ma un rapporto con quella tra le tre isole un po’ distaccato.
          Immagino : da bambini i fari sono ancora più straordinari e i tuffi una cosa entusiasmante, si!
          grazie di aver condiviso questo ricordo 🙂

          Liked by 1 persona

  1. “sulle pendici battezzate del faro” ❤
    e la luce di un piccolo faro mi giunge ora e mi riscalda
    possa fare lo stesso con te, Dora cara
    a:-)
    sono stanca, ma questo tuo canto ha un fascino particolare… e non è per Pavese, no

    Liked by 1 persona

  2. Mi attirano le bocche salmastre di un unico linguaggio. Forse il linguaggio della vita? O quello fraterno? Un linguaggio che può permettere di unire anche chi fratello non è, io credo…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...