Tagli (81). Sabato

[…] quel giorno ero felice

mentre costeggiavo un profilo noto

e mi accorgevo

che non sapevo nulla di lui. Solo due spalle larghe

quanto basta, una nuca: mia. Una memoria di

poeta. Padre mio di bestemmiata preghiera,

vorrei fare i nomi, dovrei, ma sono troppi i

nomi, quali nomi, anche i nostri

perduti

senza passione, senza scandalo di verbo,

senza nostalgia

d’un progresso verso l’origine rinnovata nel pube

[…] Dove ho perduto gli zoccoli

che scalpitavano tra gli i deserti abitati?, dimmi,

padre mio, madre, che sai la terra arsa a

sangue nero, bianco petrolio […]

[…]

Chiedo perdono agli uomini

se in questo giorno mi consumo e

riposo

d’una solitudine solo mia. […]

Quel giorno ero felice

mentre costeggiavo, un profilo noto,

e mi accorgevo:

non sapevo nulla, di me

[…] Chiedo perdono

alle creature

e al loro dio, che non conosco […]

[…] Solo due spalle larghe

quanto basta, una nuca

 

 

 

Annunci

5 thoughts on “Tagli (81). Sabato

  1. […] Dove ho perduto gli zoccoli
    che scalpitavano tra gli i deserti abitati?, dimmi,
    padre mio, madre, che sai la terra arsa a
    sangue nero, bianco petrolio […] ❤

    Tu a "chiedere" alla tua "guida".
    Brava grande "minima" Dora
    Cara cara cara
    a 🙂
    Spero tu ora stia riposando e non "consumandoti"

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...