Ho separato la mia anima

[…] la trasparenza della luce non si scalfisce e non crolla

senza le cose. Costruisci un muro, aspetta, non mi dire

i colori, non mi dire

i nomi, non mi dire:

hai troppo corpo per queste sagome;

che dimenticherò

l’impressione fatta a immagini e parole;

che s’io avessi un’anima separata

tu capiresti, ma mi condanna l’identità

d’ogni cellula con se stessa, e in ogni cellula

c’è altro padre, e in ogni cellula

altra madre, e quel mistero che non appartiene

a lontananze d’incesti senza fratellanza di carne

per questi incroci  di creature solidali all’amore

disperse in un cosmo di costellate solitudini

additate tra i nei, sotto luci al neon […]:

“guardami”

non chiedo altro

nel buco nero della

mia lattea

pulsazione d’orgasmo

disincarnato a presenza. Ecco:

ho separato la mia anima

dall’animale

perché tu la toccassi

[grondante]

al di fuori di me

 

 

Annunci

7 thoughts on “Ho separato la mia anima

  1. la poesia può farlo, può sgretolare o costruire muri e può volare lieve come il Guido cavalcanti di Boccaccio…e si fa anima separata dall’animale ,ma, credo, porta con se svelenita e alleggerita dalla carne, la memoria d’ogni singola cellula del corpo che la contiene…gli orientali immaginano che questa connessione sia sostenuta da un filo d’argento…sia vero o falso, trovo meraviglioso pensarlo.

    Liked by 1 persona

    1. non sapevo di questa visione orientale. Grazie 🙂
      io non penso che l’anima sia separata, ma siamo noi umani che la pensiamo possibile così. Ed ecco che è il pensiero: anche lui un qualcosa di corporeo nella mia visione, come corporee sono le trasmissioni di frequenze. Penso che le creature e tutto funzioni un po’ come la radio. Non so
      Buon sabato

      Liked by 1 persona

      1. La penso proprio come te…la visione te la riportai perché so che hai con l’argento un particolare rapporto…infatti si, le cellule s’insinuano e mutano con la nostra anima indissolubilmente…dovremmo studiare gli insetti loro questa indissolubilità la vivono.

        Mi piace

        1. diciamo che l’argento lo indosso in forma circolare. é un po’ come avere dei tatuaggi, incorporare una materia
          gli insetti sono un mondo interessantissimo e ammetto ho una particolare difficoltà a rapportarmici che mi porta ad estrema delicatezza e attenzione anche nell’osservarli. Si interessante

          Liked by 1 persona

            1. uno dei primi libri che sfogliavo da bambina era dedicato al mondo degli insetti. Lo conservo ancora. Ne ero sempre entusiasmata
              buon sabato sera, Franz
              Io ceno e mi do a qualche lettura. Stare ho bisogno di poeti, di padri, madri, ne ho proprio bisogno

              Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...