Nota. Se io, la saggezza degli ulivi

[…] lacerazione di verbo, mi resta/fessa escrescenza infilata a fila, aracnide, molle/

di perla indurita d’un vermiglio emaciato,/papille di lingua bambina smunta d’albe/

assetate a lune sulfuree di fuoco mestruo/colato a calice d’osso pelvico: mare/battente

orgiastico, arrossato d’assenza, sotto dita/arpie di dattilografi simulacri senza dio. E’/

presto nascere; sai d’amore sparato a falli di coscienza, sai d’amore, a(r)mato/

fuori ciclo, ero(t)ico,/tra la raggiera d’una carnalità meridiana, trafitta in luce,/

solo mia./ un (imm)ago nel cuore,/cifra patti di nome venereo,/ventriloquo, ingoiato

a indigestioni di perdita globulare./ I miei occhi gonadi/tra pianti notturni/sotto l’ombra

d’albero maestro. Aspetto/l’ulivo cresca/saggezza/ di pazienze secolari.//Saggia’mi/

olio essenziale spre’muto d’a mando’rle  amare./Sei torchio/che morde/in retroskene

l’anima ossuta della mia belva/marchiata sul tronco in rovesci d'(h)ombre/

a tagli luminescenti d’estatica cecità//ri-velata in reti’na bifronte/verdura sfila

metamorfosi […]/fa sciami di vento […]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

9 thoughts on “Nota. Se io, la saggezza degli ulivi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...