di luce e d’ombra, la mia ombra

 

mi avevi detto che eri semplice, una figura come tante;

io un disegno troppo complesso da seguire, punto punto.

Mi avevi detto che ogni vento come passa

ti cancella la rotta, Ideale ti porta tra picchi

d’altre onde e

torna a riva, senza memorie, solo memorie,

non ricordo come avevi detto. Non t’ho creduta, o

t’ho creduta, ma occhi

che vedono una volta

non sanno smettere di vedere.

Mi sono nascosta, all’ora, in castigo, in un angolino buio,

totale, come la tua semplicità. Ho costruito entroterra

un monumento di tenerezza

nel mio culo, doppiamente tondo. Sei rimasta sulla sabbia: impronta

bagnata senza alibi di sesso. Poi è passata la pioggia. […]

Non eri più la mia impronta. Forse la chimica

ha qualche persistenza, sui fondali. Forse la chimica.

[…]

Mi sono detta.

Non eri la mia ombra, o sarei morta

di luce; a ogni alba, mezzo giorno, benedicendo il tramonto

prestato a notti senza stelle.

Non dirle mai il tramonto

alla luna

non dirle: mai.

Ha un verso oscuro per il mio ventre.

[…]

Mostrami

come si diventa memoria, memoria

muta, che non s’accende, al soffio

di vento. Il corpo: non conosce

questa memoria. Volevo solo dormire,

ora che trascrivo il mio codice nudo

di simulacre parole. […]

 

 

 

 

Annunci

10 thoughts on “di luce e d’ombra, la mia ombra

    1. “Sarà la mia ombra?”
      Se è la tua ombra, quanta luce ha…
      🙂
      gb
      Buona serata, Dora cara.

      “Non eri la mia ombra, o sarei morta
      di luce; a ogni alba, mezzo giorno, benedicendo il tramonto
      prestato a notti senza stelle.” ❤

      Mi piace

      1. si, cara, devi vedere che scazzottate mi faccio con la mia ombra 🙂 Ma alla fine l’adoro alla smorfiosetta 😉
        Notte di stelle lucenti nei tuoi occhi, bellissima Gelso
        mi do a un libro
        tanta musicalità per te!

        Mi piace

        1. datti a un libro scivolando nel suo mondo… piano, lentamente, con voluttà

          è smorfiosetta la propria ombra, ma come non amarla e come non litigare con lei?

          notte di luna per te, Dora (luce d’argento e luce dora_ta insieme 😉 )

          con affetto
          a 🙂

          Liked by 1 persona

  1. Trovo questo componimento davvero geniale! L’ombra è una parte fondamentale di ogni uomo, e solo alle più grandi altezze si può davvero discutere con lei e conoscerne i segreti… Come fa Nietzsche nel dialogo tra il viandante e la sua ombra… Due figure a me carissime!

    Liked by 1 persona

    1. si, è un argomento indubbiamente interessante a cui guardo sempre con sorpresa e voglia di sorprendermi. E potremmo menzionare tanti… si, Nietzsche…
      ovvio che io anche con un pizzico di autoironia mi interrogo; nel senso che sono consapevole che la mia resta una traiettoria sbiaditissima e superficiale a cui si legano e muovono ben altre osservazioni, curiosità, letture, come me le ritrovo oltre questo spazio del sito. Eh eh…
      grazie per il passaggio e per l’interessante citazione che fai 😉
      buona giornata, Andrea

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...