Mare

WP_20160321_16_02_59_Rich

….perché mi insegni “la libidine di saggezza”, la differenza tra “rischio” e “pericolo”, come si rinasce nudi alla luce dello Spazio spingendo calci in direzione rovescia al ventre materno, che fu; perché sei la democrazia senza uniforme, l’autonomia dei flutti in un bacino comune, nei bacini che comunicano le distanze dei popoli; sei la burrasca viscerale dei padri, la tempesta razionale delle madri, a cadenza quotidiana; l’abbandono che si lascia andare, il ritorno che viene a ogni monta, il non possesso, ma la possibile espropriazione del litorale; perché se fosse amore, saresti tu l’amore, e il tradimento solo l’illusione dei pesci quando si slanciano a una pioggia di luce, tu che sei già la luce come rilasci in calore per le mie notti fonde in geli e penne d’insonnie, il precipizio rapace sul prepuzio dei pesci rinvenuti a cantare sotto il velario delle acque: gonfie camicie da notte di meduse vergini bambine sull’hotel del porto, io mi ricordo, oneiros ricciuto a puntali di stelle….

Annunci

15 thoughts on “Mare

      1. bellissima canzone con un testo che rispecchia quello che sta succedendo, quello di terribile che sta accadendo

        “Il pensiero come l’oceano
        Non lo puoi bloccare
        Non lo puoi recintare
        Così stanno bruciando il mare
        Così stanno uccidendo il mare
        Così stanno umiliando il mare
        Così stanno piegando il mare”

        gb

        Liked by 1 persona

        1. si, Dalla è stato un artista immenso. Non ci avevo pensato, in verità, almeno non coscientemente. Se cerchi nel mio blog, la canzone, comunque, c’è. In uno scambio di commenti con Veronica (Pinto) che la richiamava e la condivideva in questo mio/vostro spazio in modo molto interessante
          Stavo andando a letto, ma è un’ora che lo dico e son tanto stanca che non mi scollo dalla sedia, ah!
          Notte, Franz.
          vado ad affidare la mia insonnia classica a un po’ di musica rock, ah ah

          Liked by 1 persona

          1. si, infatti ricordavo l’avevi postata…io l’amo molto (ho ancora L’LP in vinile)…non so perché ma mi è parsa semplice e diretta come se d’istinto il tuo componimento me l’avesse richiamata alla mente, non per temi, ma per l’assunzione del mare a metafora del cosmo-vita.

            Mi piace

            1. l’aveva postata Veronica, si

              l’inconscio, Franz, credo, perché scrissi che era tardi questo passo ieri e oltre una certa ora non credo di governare molto la scrittura 🙂 ci va di mareggiata
              cosmo-vita, anche magnifico caos, e le meduse legano la mia terra natale a una delle mie radici, quella siciliana, da parte materna
              Notte

              Liked by 1 persona

  1. “perché se fosse amore, saresti tu l’amore, e il tradimento solo l’illusione dei pesci quando si slanciano a una pioggia di luce, tu che sei già la luce come rilasci in calore per le mie notti fonde in geli e penne d’insonnie”

    come è mare il tuo mare, Dora.

    bellissima la tua fotografia.
    mi sembra di veder volare pesci d'argento nella luce che bacia il mare. 🙂

    gb

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...