Tagli (46). nessuno potrà mai bonificare

[…]

nessuno potrà mai bonificare la terra

dal sudore di quei corpi, impazziti

nelle cellule per troppa sanità

[…]

qualcuno era comunista

nel suo modo concreto,

di lotta senza parti, integralmente

vivo, per sé, e per i suoi figli e tutti i figli

non suoi. Toglietemi centomila lire

ogni mese dal salario, non potrò (né vorrò)

mandarvi in America a far fortuna,

ma dirvi il pane condiviso in questa

terra nostra, […]

mettimi al gabbio, una vita, un giorno, due,

andrò oltre i manifesti dove ho inquadrato a

pugni per te le mie ragioni, mai solo mie […]

in questa terra

ospitale, illimitata nelle sue regioni;

in questa terra di chiunque

 

impone le mani

su santi vestiti a festa nei giorni di

lutto più nero.

[…]

[…] un unico vizio: la sigaretta del riposo,

quella che si astenne dall’ultimo saluto,

come il fumo spento delle ciminiere

Annunci

11 thoughts on “Tagli (46). nessuno potrà mai bonificare

  1. Lo leggo come un ricordo affettuoso e riverente verso persone amate, che hanno lottato non solo per se stesse ma per la dignità di tutti. Uomini integri. Burkina Faso, il paese degli uomini integri… questa nostra Italia, che paese è? Bella, si. Integra…

    Liked by 1 persona

    1. si, è un ricordo personale. Ed è il mio modo oggi di esserci o meno rispetto anche alla questione Bagnoli. Ma è un discorso complesso. Ho preferito lasciare un pensiero ‘personale’. Che non è mai davvero personale, come tu, in un certo senso, osservi.

      Liked by 1 persona

      1. Mi ero perso il vertice su Bagnoli… pensa che io venni per la prima volta a Napoli a 14 anni, in gita di terza media… mi aspettavo la città del sole, ed invece arrivammo in una giornata grigia, piovosa, ed in lontananza queste ciminiere… che noi che venivano da un paesino non avevamo mai visto… rimasi traumatizzato e non solo per quello 🙂 l’ho raccontato in un vecchio post…
        https://giomag59.wordpress.com/2015/02/24/funiculi-funicula/
        ah, ah, è passata un’era geologica!

        Liked by 1 persona

  2. “ma dirvi il pane condiviso in questa

    terra nostra, […]”

    Sei bella e profonda, Dora, nel tuo “personale” pensare che personale non è mai.
    Grazie.
    Ti abbraccio forte
    gb

    Mi piace

    1. Sei sempre buona
      Noi percepiamo, ricordiamo, scriviamo, ma abbiamo bisogno di altre creature perché accada
      Forse è così…
      Un bel risveglio per te e una giornata colma di dolci eventi
      d.

      Mi piace

    1. quell’ultima sigaretta, speranza, rimandata all’eterno

      eppure ci sono persone che lasciano patrimoni inenarrabili d’onestà a chi resta nel combattimento quotidiano, qui, a respirare il zozzo scaricatoio di risoluzioni in questo autolesionista paese

      una buona notte, Franz

      grazie

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...