Tagli 14. Omertà

<<i ‘tagli’ sono emergenze (mai unidirezionali, tra cose, eventi, archivio del corpo, per strada, dico, ascolto, faccio, non faccio, altro, altri, …) che non chiedo a chi mi legge di capire, di sviscerare. Avvengono spesso quando il mio rapporto con la scrittura si fa di rifiuto, o c’entra un disagio verso i modi in cui scrivo, o semplicemente mi sprofondo nel silenzio nonostante senta di dire qualcosa, o semplicemente mi fa paura la possibilità, che ci sta sempre, di non dire più, perché la parola la senti inadeguata, incapace nel modo, o incapace a reinventarsi, o… non so… e non so se domani scriverò…>>

[…]

seppelliscimi coscienze, infausto giorno,

dissoda, futuro dove?  […] esangua termini,

progressiva mente, ammetto, mezze liste in […]

letti: elettorali, orator […] fregarmi […] pene

non persegue, legge […] scruto non voto […]

santi, dei, lecco non pecco […]

francobolli  da conio […] ‘Perseverare’, oggi,

‘severamente’: tu dici ‘grammatica’, io vengo

‘politica’ […] Dov’è città? Espatrio […] 5 lire, Sant’Angelo,

[…] disinnescate […] missiva leccami: l’anima;

corpo, don, non mi avrai, […] dà, perituro è, per

[…] gloria, mondi intra terre macina […]

carbonio 14: meno meno meno meno […]

lische […] la terra è sazia. C’era

una volta […] collezionavo francobolli

[…] [lascia volare le farfalle (…) i morti]

[…] città, città, città, invenzione, eroe, […]

Non ho fatto il militare […],

[…] il mio sesso non serviva

[…]

perenne donna, […] guerra, […]

forse, crocerossina lecco, oggi

ferite, pura mente, […] milite

ignoto […] piazza: a ciascuno il suo.

[…] Prima classe, sciarma […]

“arriva l’ISIS, è vero?” DA DOVE? […] Dopo

il ’68 faccio 36 (Anni ’90): […] non fa paura.

Guardami, alunno bastardo, […] l’età di

madre sono, non sono […] Ti porto a mente

senza ragioni […] Atena è una favola

immorale ai tempi […]

Demetra… parti sporchi, […]

brutta faccenda lavare i panni altrui.

[…]

Conosci l’omertà nascendo,

ma a 13 anni non sai cos’è […]

‘tu lo sai..’ […] bene. Senza morale.

[…] Brutta faccenda lavare i panni

altrui […]

[…]

C’era una volta […] collezionavo francobolli.

[…] Con la lingua non vale […] Ho

un grammofono in gola, pro fondo, fino al gomito,

dagli […] corda […] ho steso panni […]

ho steso foto […] in cantina, bambini

[…] giocavano a campana […] Don […]

[…]

2 parole: “Ti amo”. punto. “TI AMO”

può bastare: per la fica. Cultura? Passo.

Parli coi gesti, vedi?: “ti amo” può bastare, hai

ragion da vendere, …e  corpo.. poi gesti…

[Silenzio, silenzio, silenzio! oh, e basta!]

“Anche con gli occhi, prof. Con gli occhi”

[…]

Annunci

14 thoughts on “Tagli 14. Omertà

    1. riporto nel finale una riflessione che si faceva oggi in classe… a seguito dell’ennesimo tentativo di dare una smossa a questi ragazzi. Si incrociano parole di due di loro che hanno risposto in modo diverso ad alcune sollecitazioni. Anche se voglio aver fede nel fatto che le risposte siano talvolta solo una mascherata, una protezione che calzano per non dire quello che realmente sentirebbero di manifestare
      si.. sul silenzio volevo l’ambiguità del significato: silenzio per dire basta tutto questo parlottio e disinteresse a esserci con spirito partecipativo rispetto agli eventi e a tante cose, ma anche silenzio inteso come apertura a un linguaggio quale quello che possiamo anche senza ‘parole’ o insieme alle parole: perché quando parliamo, è banale dirlo, ma non siamo solo aria che esce dalla bocca.

      Liked by 2 people

      1. arriva , Dora, arriva e sono fulminazioni e riflessioni, in frammenti , tagli…bella questa tua sezione, mi fa pensare a “tagli” nelle tela delle consuetudini, a strappi nei tanti cieli di carta di cosmi finti…

        Liked by 1 persona

    1. alcune cose sono memorie personali, uno scavo nel passato; altre vengono da esperienze che sto facendo in questi giorni; altre da una riflessione più estesa su eventi che direttamente o rimbalzati da questi, pur devianti, sistemi di informazione ci arrivano; e tutto ci riguarda, e non possiamo stare a guardare, anche quando prendere posizione e azione sembra davvero difficile
      Ho visto ieri l’articolo tuo sul lavoro che state facendo ‘tra’ corpi, nei corpi, fuori dai corpi, nel me più profondo e più esposto, al tempo stesso. Non sono riuscita ieri a lasciarti questo pensiero, e anche adesso sono parca rispetto a quel che mi andrebbe di riflettere. (Infatti sarei anche dovuta tornare al tuo articolo e segnarti lì i miei pensieri). Quando passo da te sento di farlo sempre con gran cura e sveglia nella mente e nei sensi e nell’invenzione o non ha forza. Si, passo da tutti con cura, ma ci sono passaggi che richiedono un impegno totale del nostro esserci più intenso, in un certo senso. Ti sto dicendo una cosa per me bella e spero ti arrivi per tale. Prometto che la prossima volta che ti lancio un pensiero lo faccio nel tuo spazio e non mi lascio prendere da quel po’ di pigrizia, che m’è consueto difetto, nel saltare da un articolo all’altro ;P
      sempre bella l’energia dei tuoi passaggi
      grazie!!!

      Liked by 1 persona

      1. :)) sono pigra anch’io però avrei davvero moltissima voglia di scriverti di là in mail e dirti quello che mi piacerebbe fare con questi tuoi tagli e annotazioni..oltre che pigra poi sono pure lenta a fare le cose e la giornata è quella che è! ma ti scriverò per mail, ce la farò!;)) Grazie a te , notte:)

        Liked by 1 persona

        1. pigrizia stiam bene assortite, ma penso siano anche i tanti doveri d’ogni giornata che comunque pure stancano. Questa vita è sempre più frenetica e anche io prima di decidermi a scrivere una mail o attivare o riprendere contatti, anche con persone d’antica amicizia, ci metto proprio un secolaccio! Ma mi dico che la ‘lentezza’ può essere anche una manifestazione di respiro vitale e quello si prende il tempo che gli pare, sempre il necessario 🙂
          buona notte anche a te
          ci si riacchiappa, come viene viene :))

          Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...