odio le mie stesse parole d’amore

“ci sono delle notti che ami la scrittura a tal punto da odiarla perché non ti si scolla di dosso; è una tormenta nel corpo, che non trova pace”

….

odio le parole d’amore che rivelano i corpi specifici

dietro veli tessuti con magnifica eleganza, odio tutti i

colori come sberluccicano gli occhi fondendoli nel bianco

d’ogni assenza di visione fuori il nero premuto tra le mie dita

sull’oculo, proprio lì spedirei tutte le parole d’amore, di quei

poeti così bravi a tessere: filamenti di collane e merletti delle

migliori filature d’organza, odio te che hai bocca vuota e palato

fine, mentre danza il ventre, odio te: che mi tormenti il sesso e fai

distratto il giorno, lunghe e incerte le notti, odio le notti barocche

con le loro contorsioni senza teste di gufo: il mio amico migliore

nelle ore d’insonnie, il cucù sopr’al letto, ma ritorno al belletto,

l’ossessione di cipria, e non ho collane, io, ho catene sul collo,

questi segni sul collo delle tue mani senza pene. Odio le parole

d’amore, le mie parole d’amore, testarde, rigonfie della mia unica

voce, odio le croci che non sciolgo nel sangue degli arti, fluido dolce

in abbracci, odio l’assenza, la presenza, odio il pensiero senza strade

dove sbattermi la notte, dietro un muro, faccia al muro, a non far

mostre le mie lacrime, di luna, solo la luna, manco quella, questo

satellite distratto dai merletti delle nubi, le stelle, le stelle, sono andate

anche quelle, tra gli occhi chiusi nelle stanze […] i poeti che non voglio,

le mie parole che non voglio, le mie parole d’amore, il mio specifico peso,

dietro veli di piombo tessuti anche oggi in vecchi tempi.  E ti ricordo, come

potresti, senza passato, senza futuro, e mi ricordi, come potresti, senza

sapere, sai m’avvertirono, un’ora prima, della presenza, la tua presenza,

un’ora prima della fuga, concessa a donna, concessa a me, volto pulito,

e le collane che non porto, se non quel giorno, quand’ho bisogno: come

catene. Ho visto sul monte un piccione volare, non aveva parole

viaggianti per me. Odio le parole d’amore, le mie parole d’amore,

maledetti poeti, senza maledizione, maledette, le mie parole d’amore.

– Amo le mie parole d’amore, tutte le vostre: parole d’amore –

 

 

Annunci

7 thoughts on “odio le mie stesse parole d’amore

  1. odi dunque tutte le disperate ancore sonore che i poeti lanciano disperati per fermare la nave impazzita nel naufragio di ogni terribile distanza…dici di odiarle…eppure, come nella canzone di Dalla, il tuo corpo le chiama, le evoca in un disperato magnifico onanismo… Questa, sai, alla fine, è poesia d’amore…ciao

    Mi piace

    1. non posso aggiungere altro che quasi rovino il commento. Forse una cosa: preferisco parlare di ‘follia’ e lucida
      La pazzia è altra cosa e può essere un devastante naufragio dentro la stessa realtà e distrugge chiunque vi si accosti, sia pur con affetto
      buona serata, Franz
      sempre commenti attenti, io non sono così brava coi commenti, invidia

      Liked by 1 persona

      1. Si la pazzia contamina e travolge chi vi è coinvolto pur se solidale d’affetto, anzi ancòr più….certo ben altra cosa è la lucida follia quella è materia per le Eumenidi nuove dee dell’irrazionale , governatrici d’amore e di poesia…la pazzia è relativa al loro arcaico stato di Erinni, Furie, belve immonde…Ahimè non tutte le Erinni si son trasformate in Eumenidi…

        Mi piace

            1. vero, fa freddissimo! almeno lo percepisco così essendo passati quasi direttamente dall’estate all’invernuccio. Solo le zanzare resistono: ormai si sono evolute e pure a Natale stan qui ad aspettare una sberla, invece del regalo, anche se io sono clemente e provo solo a mandarle via.
              si, per il resto, tralasciamo discorsi truci.

              Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...