Consolazione

“l’avevo scritto stanotte tra l’insonnia, senza trovare sogni, né incubi; l’ho lasciato lì a dormire, ‘a ciglio letto’. Stamattina, al risveglio, com’un sogno ho ritrovato un ricordo di realtà: un ricordo d’infanzia, nitido come ieri (quei papaveri rossi), poi le assenze, ché non siamo eterni, si dice il sonno, eterno, non so, sarà la luce d’alba sui papaveri rossi, sarà la terra tra onde, qui mi consolano papaveri bianchi…”

….

Usciti dall’alcova i sogni

a tormentar vennero le

mie notti insonni, e incubi

vorrei per ricacciare i sogni

usciti dall’alcova per

ricordarmi i sogni, ed incubi

vorrei, nell’alcova i sogni

per le mie notti insonni: spaventare.

 

Bianco papavero, dormir vorrei

sopr’un onda di papaveri rossi.

….

d°’

Annunci

7 thoughts on “Consolazione

    1. il papavero bianco è simbolo di consolazione, conforto, e ne abbiamo tanto bisogno quando ci guardiamo intorno e man mano non ci troviamo più tante persone care, perché è il corso della vita, il ciclo e i ricordi stessi sono di conforto, forse…
      ricordo i papaveri rossi, ancora il luogo, un ricordo d’infanzia che riemerge

      Liked by 1 persona

        1. c’entra, infatti. I papaveri rossi sono legati nel mio ricordo d’infanzia ai miei nonni e li la sinapsi rispetto anche alla guerra, tanti altri ricordi di racconti che sono vita e poi l’oggi che vediamo, purtroppo, mai migliore, mai davvero giusto, e… penso meglio che mi fermo che non penso di riuscire a esprimere lucidamente le sinapsi che si sono accese, data l’ora e alcun sonno da giorni.
          Volevo solo dire che non era a caso la canzone collegata, che hai ragione a soffermarti li

          notte davvero adesso
          Dora

          Liked by 1 persona

  1. Ah quanti sogni persi, ricordati per un attimo al risveglio alcuni molti belli, anche con trame e desideri realizzati e persino… onde cerebrali che si fanno carne. (Ne ho raccolti tanti mentre ne ho persi milioni, per sempre). Sogni anche spaventosi, incubi formati da sequenze normali. Spaventare i sogni e anche farne di lucidi, magari. Grazie per questo bel sogno. (A quest’ora tra l’altro non so se sono sveglio o sto sognando).

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...