sale

….

difficile farti capire

la dedizione nel corpo come solo pensiero,

difficile il mistero a svelarsi, precariamente

senti: quanto assente vacilla la conoscenza a

un diverso passaggio, non posso tacere, non

mi chiedere questo, il dolore che porto a

un rimprovero contorto che non sente il

mio suono, ma soltato il tuo suono, solitario

su un ciglio già non vedi altro ciglio, e ritrai

il mio ritratto senza margine d’errore, e non vedi

come sfuma se soltanto ti canto: con impulso

profondo

dalle viscere oscure, a te. Te che mille distanze

come poni: premure: dimentichi le mani, le mie mani

più pure, i profili, ch’espongo qui da sola sul molo

d’un attesa inesausta d’un pur piccolo suono.//

Difficile farti capire

la consistenza del pensiero, quando gira tutto intorno

senza perdere nel tempo manco un minimo riflesso

del tuo corpo nel mio corpo. Non è carne evanescente

la parola che ti porto, stamattina, lungo il dorso

con passione che risale, tra le lacrime di sale.

Difficile farti capire…

Annunci

2 thoughts on “sale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...